Progetti in corso

29 febbraio – 30 aprile 2020 – Il Mago di Oz al Chiostrino Artificio

Un’esperienza multisensoriale in cui i visitatori saranno accompagnati da Dorothy al Chiostrino Artificio trasformato nel meraviglioso regno di Oz insieme ai personaggi del celebre romanzo.

Il progetto comprende una mostra immersiva a cura degli artisti Manuela Adreani, Ettore Antonini e dell’ Associazione Luminanda, uno spettacolo teatrale, laboratori didattici e un’esposizione di bozzetti e albi illustrati in biblioteca.

Durante questo “viaggio” i visitatori incontreranno le opere in mostra degli artisti Manuela Adreani ed Ettore Antonini che, attraverso l’acquerello e l’illustrazione digitale, hanno interpretato i caratteri dei personaggi e raccontato magistralmente le vicende dei protagonisti della storia di Lyman Frank Baum. La storia del mago di Oz è un viaggio evolutivo alla scoperta di sé attraverso allestimenti suggestivi sensoriali e digitali che avvolgeranno in atmosfere diverse, in grado di emozionare e coinvolgere.
Questa storia ci racconta che è possibile tirare fuori il meglio di sè per raggiungere i propri obiettivi, anche se il percorso può essere difficile. Ma non serve la magia per trovare la bellezza e la forza presenti in ognuno di noi.

UNA MOSTRA IMMERSIVA
La storia sarà raccontata attraverso suoni, parole, immagini e allestimenti.
Video e video mapping a cura di Starting Work e OLO Creative Farm, suoni registrati e dialoghi. Ogni spazio del suggestivo Chiostrino Artificio sarà un luogo della storia e adulti e bambini si troveranno negli spazi dove i personaggi sono passati e hanno lasciato un segno della loro presenza.
Il visitatore in questo modalità di rappresentazione immersiva è il vero esploratore della storia, non più ascoltatore passivo ma partecipante attivo nello sviluppo del racconto.

UNO SPETTACOLO TEATRALE PER LE FAMIGLIE
La storia del mago di Oz va in scena con uno spettacolo tutto al femminile pensato per le famiglie

Alla scoperta del Mago di Oz insieme alla Spaventapasseri, alla Taglialegna e a Leona
Le date:
8 e 22 marzo | 5 e 26 aprile ore 15.30 e ore 17
Prenotazione obbligatoria inviando una mail a segreteria.luminanda@gmail.com

BIBLIOTECA DA SCOPRIRE
Esposizione di una selezione di bozzetti degli artisti in Biblioteca Comunale accanto ad albi illustrati dedicati ad Oz

L’ARTISTA Manuela Adreani
Manuela Adreani nasce a Roma, ma attualmente vive a Torino. Dopo la specializzazione in Illustrazione lavora come graphic designer alla BluTech, società di sviluppo siti internet. Decide di lasciare il lavoro per un fare un’esperienza di un anno all’estero e al rientro vince un Master in Animazione allo Ied (Istituto Europeo del Design) di Torino. Finito il master trova lavoro presso lo studio di animazione Lastrego e Testa che produce serie tv animate per la Rai radio televisione italiana, tra i vari titoli Le avventure di Aladino, Amita nella giungla e La Creazione tratto dal libro scritto da Carlo Fruttero e illustrato da Cristina Lastrego. Nel 2011 inizia la carriera da illustratrice collaborando con le case editrici Benchmark di New York e la Scholastic India.
Nel 2012 inizia poi una lunga collaborazione con la casa editrice White Star Kids, tra i vari titoli Pinocchio, Alice nel Paese delle meraviglie, Il Mago di Oz, Il Piccolo Principe, la Bibbia e molti altri. Illustra anche la storia del piccolo Etabo, dal titolo The wooden camel, per la casa editrice londinese Lantana, specializzata in libri che facciano conoscere le diverse culture del mondo, e illustra anche la delicata storia di Hugo, the boy with the curious mark, per la Red Paper Kite di Perth, Australia. Collabora inoltre anche con Mondadori e Rizzoli.

L’ARTISTA Ettore Antonini
Ettore Antonini esplora il tema del viaggio di Dorothy attraverso la tecnica dell’acquerello. Per l’occasione saranno in mostra le illustrazioni originali realizzate per una nuova edizione de ”Il Mago di Oz” di Lyman Frank Baum.

L’artista venegonese così dice della sua arte:
“L’Arte è uomo e l’uomo è comunicazione. La mia Dorothy lo sa bene e ammiccando spinge chi la osserva ad andare oltre il tangibile e lo scontato, utilizzando per questo allestimento, anche il linguaggio digitale.
L’Arte non ha bisogno di celarsi dietro ad un alone di irraggiungibilità ma invece è in costante ricerca di un linguaggio nuovo e chiaro che permetta un dialogo con chi ne prende parte.”

LABORATORI CREATIVI

Il gruppo classe sarà accompagnato da un’operatrice, con competenze artistiche e pedagogiche, alla scoperta della mostra, realizzando successivamente un laboratorio scelto dalle insegnanti. I bambini vivranno un’esperienza multi-sensoriale e interdisciplinare che va a svilupparsi in laboratori tematici in cui potranno esprimersi, rielaborare, ricreare individualmente e collettivamente realizzando un prodotto artistico che resterà a ricordo di questa esperienza, tra acquerelli, illustrazioni digitali, mobile sospesi, carta marmorizzata e stoffe preziose

IL METODO

Il metodo con cui sviluppiamo le attività rivolte ai bambini si ispirano alla pedagogia attiva e al metodo reggiano.
Nel realizzare le nostre proposte seguiamo questi riferimenti:

  • allestire il contesto per renderlo accogliente e favorevole alla libera espressione.
  • creare un clima sereno per lo svolgimento dell’attività.
  • stimolare la creatività, l’inventiva, la sperimentazione, e la manualità.
  • proporre progetti interdisciplinari realizzando un’esperienza completa della realtà e non settoriale.
  • incentivare la collaborazione di gruppo e l’aiuto reciproco come strumento per crescere e conoscere insieme
  • sviluppare progetti di partecipazione in processi di conoscenza della realtà e di se stessi
  • realizzazione di un prodotto artistico, individuale o collettivo, a memoria dell’esperienza vissuta

DOROTHY DRESS
I bambini in seguito ad un’attenta osservazione delle opere, in modo particolare all’uso di carte con texture molto pregiate e dettagliate, potranno realizzare la loro carta unica nel proprio genere. I piccoli artisti proveranno a creare su della semplice carta bianca, l’effetto iride/ marmorizzato attraverso l’utilizzo di colori acrilici ed acqua passata al pettine. Questo laboratorio vuole far conoscere ai bambini un’antica tecnica di decorazione cromatica, con l’obiettivo di aumentare la loro concentrazione, la precisione del gesto utilizzando strumenti di uso comune, in modo insolito.

CERVELLO, CUORE E CORAGGIO
I bambini avranno la possibilità di incontrare i personaggi del regno di Oz e di giocare con tutti i materiali che li caratterizzano. Metallo, paglia, juta, stoffa e imbottitura saranno gli elementi che aiuteranno i bambini a ricostruire i tre personaggi. Sperimenteranno i materiali prendendoli tra le mani e giocheranno a creare il ritmo dei protagonisti. A conclusione del laboratorio potranno donare il cervello allo spaventapasseri, il cuore all’uomo di latta ed il coraggio al leone. Saranno invitati a sviluppare un ascolto collettivo, a definire un proprio spazio creativo in relazione all’altro per ricreare i tre personaggi che hanno accompagnato Dorothy nel suo ritorno a casa.

LE MACCHINE INUTILI
I bambini, alla fine del racconto, scopriranno che il Mago diOz è solo un imbroglione che crea magie attraverso dei macchinari fantastici per ingannare tutte le persone che si riuniscono al suo cospetto.
Partendo dallo studio di questi macchinari, formati da cavi e manovelle che azionano molti ingranaggi, i bambini costruiranno la loro “macchina inutile” ispirandosi a quelle di Bruno Munari. Ci possono essere macchine lentissime o velocissime, con infinite varietà di movimenti, macchine da giardino, da casa, appese al soffitto, galleggianti in un laghetto… l’importante è che siano inutuli e che attivino solo la nostra fantasia! Utilizzando bambù, midollino, fili e carte pregiate i bambini potranno realizzare il loro macchinario, scala per il cielo, da portare a casa. I bambini saranno invitati ad utilizzare la loro fantasia e creatività per poter mettere in funzione il loro macchinario, sperimentando ingranaggi ed equilibri.

LA CITTÀ DI SMERALDO
I bambini avranno la possilità di osservare i delicati acquerelli di Ettore Antonini e proveranno a realizzare un’illustrazione collettiva utilizzando la tecnica dell’acquerello. Su un foglio di grande formano potranno disegnare la loro città di Smeraldo, con tutte le sfumature verde e le fantasiose architetture.
Attraverso colori e pennelli i bambini potranno colorare il loro sfondo e abitarlo con i personaggi incontrati durante il racconto.
Questo laboratorio ha l’obiettivo di aumentare la concentrazione dei bambini, la precisione del gesto, la sintesi dell’immagine e la pulizia del disegno.

LE SCIMME VOLANTI
I bambini conosceranno delle bizzarre scimmie con le ali, al servizio della Strega dell’Ovest. Partendo da un cartamodello, i bambini avranno la possibilità di creare delle ali di stoffa da indossare per uscire dal meraviglioso mondo di Oz. Potranno infine decorare le loro mantello magico con dei timbri che raffigurano le scimmie volanti.
Questo laboratorio ha l’obiettivo di stimolare la creatività con un’attenzione all’aspetto compositivo dell’opera.

NEL CAMPO DI PAPAVERI – STOP MOTION (4/5 elementare)
Un laboratorio per dare vita ai protagonisti della storia del Mago di Oz attraverso una tecnica di animazione utilizzata nel mondo cinematografico.Verranno creati alcuni dei personaggi che salveranno Dorothy, lo Spaventapasseri, l’uomo di Latta e il leone…
addormentati nell’immenso campo di papaveri. I bambini dovranno animare il salvataggio dei nostri protagonisti e realizzare il video. I personaggi verranno animati partendo da uno scheletro in metallo che verrà ricoperto di plastilina. Ogni bambino avrà un compito preciso come set designer, modellista, illuminotecnico e fotografo. Verranno mossi progressivamente, spostati e fotografati ad ogni cambio di posizione. La proiezione in sequenza delle immagini create daranno vita ad un filmato realizzato dalla collaborazione all’interno della troupe di classe. Il video realizzato diventerà materiale integrante della mostra e sarà inviato alle insegnanti. Questo laboratorio ha l’obiettivo di avvicinare i bambini al mondo della stop motion attivando coordinazione oculo- manuale, la precisione, la creatività del bambino e il lavoro in team.

PER INFORMAZIONI SUL PROGETTO DIDATTICO
Anna Buttarelli +39 3387872193
Chiara Abbate +39 3387258128

PER ISCRIZIONI
Connie Potenza +39 3454502969 | segreteria.luminanda@gmail.com

admin29 febbraio – 30 aprile 2020 – Il Mago di Oz al Chiostrino Artificio
read more

La forza della fragilità 2019
Terra chiama Cielo

Musica, teatro, arte e creatività...condivise!

Il 21 giugno al Chiostrino Artificio una giornata ricca di momenti all’insegna della condivisione.
Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito

Per informazioni scrivi a: organizzazioneartificio@gmail.com
o telefona al 345 4502969, dalle 9 alle 12:30

21 giugno

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

ore 18
“Terra chiama Cielo”: le proposte estive di Cou(L)ture Migrante

Cou(L)ture Migrante è un progetto di imprenditoria sociale che coinvolge donne e uomini richiedenti asilo provenienti da diverse parti del mondo e residenti a Como.
Il laboratorio di sartoria è un luogo vitale e creativo di formazione e produzione in cui si integrano stili e tradizioni antiche e contemporanee che provengono da diverse parti del mondo e qui fanno nascere progetti sartoriali originali e di qualità.
Vi presentiamo le nostre proposte per l’estate 2019

ore 18:30
Inaugurazione mostra 

“Sotto la stessa Luce” 
mostra fotografica di Davide Bordogna
Sotto la stessa luce, esseri umani imparano a conoscere se stessi, il proprio corpo in relazione allo spazio che occupa, in relazione al vuoto che lo circonda ed in relazione allo spazio occupato da altri corpi.

ore 18:30
Inaugurazione mostra
“Art is my motivation”
Mostra pittorica di Emmanuel Henry (Nigeria)

Emmanuel, alla sua prima mostra, ama i colori e le sensazioni che gli trasmettono. Attraverso i suoi quadri esprime se stesso, le sue esperienze di vita e il suo rapporto con la natura.

[Le mostre sono visitabili dal 18 al 26 giugno]

ore 19
Aperitivo

ore 20
Condivisioni libere con Arte Migrante
Arte Migrante è un progetto presente in quasi 30 città italiane, da 3 anni a Como. Ogni due venerdì organizza presso il Chiostrino una serata durante la quale ciascuno può condividere qualcosa di sé: una canzone, un gioco, una poesia, una danza… in questo modo ognuno viene posto sullo stesso piano, indipendente dalla propria condizione sociale, dalla nazionalità, dalle possibilità economiche.

ore 21
Spettacolo CON-fusione
liberamente ispirato a “Le Baccanti” di Euripide

Spettacolo di fine corso nell’ambito del progetto ITACA ROUTE – laboratorio di teatro rivolto a persone persone migranti e italiane.
La prenotazione è obbligatoria scrivendo una mail a segreteria.luminanda@gmail.com oppure telefonando la mattina al 345 4502969

ore 22
Musiche dal mondo

adminLa forza della fragilità 2019
Terra chiama Cielo
read more

Cou(L)ture Migrante

Un percorso di formazione professionale e di inclusione sociale nell’ambito della sartoria e della moda con migranti e richiedenti asilo che risiedono a Como e provincia

Cou(L)ture Migrante è un progetto di imprenditoria sociale che coinvolge donne e uomini richiedenti asilo provenienti da diverse parti del mondo e residenti a Como. Il laboratorio è un luogo vitale e creativo di formazione e produzione in cui si integrano stili e tradizioni antiche e contemporanee che a partire da questa contaminazione fanno nascere progetti sartoriali originali e di qualità.
Attraverso la formazione, il laboratorio offre opportunità di integrazione e di inserimento lavorativo qualificante e qualificato diffondendo la cultura della condivisione, della cooperazione e dell’accoglienza come pratiche sociali virtuose e generative.
Vieni a trovarci in laboratorio per respirare un po’ di mondo!
Il laboratorio è aperto al pubblico su appuntamento chiamando Chiara al 328 6911940.

 

ATELIER
Centro culturale Artificio
Piazzolo Terragni, 4 – Como
dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 17.30 (su appuntamento)
+39 328 6911940 | laboratorio@coulturemigrante.it

Cou(L)ture Migrante - Accessori 19-20

Immagine 1 di 11

IL VALORE AGGIUNTO

La rete territoriale
Cooperativa sociale Lotta contro l’emarginazione
Cooperativa sociale Simplokè
Cooperativa Sociale Intesa Sociale
Parrocchia di S. Martino in Rebbio
Fondazione Padri Somaschi, Borgovico
Associazione Donatella “Lella” onlus
Opera Don Guanella Como
Associazione Women in White
Istituto Carcano – Setificio
Accademia Galli iED
Cias Formazione Professionale Impresa Sociale
Cisl dei laghi
Unindustria Como

Con il sostegno di
Lisa spa
Taborelli spa
Delli Fiori Amerigo

Il progetto è realizzato con il contributo di


adminCou(L)ture Migrante
read more

Laboratorio Creativo
La casa della Poesia di Como

Un ciclo di incontri per fare arte e poesia, condividendo la creatività

Un sabato al mese, dalle 17 alle 19
Chiostrino Artificio, Piazzolo Terragni 4 – Como
lacasadellapoesiadicomo@gmail.com

Il laboratorio creativo “Le api dell’invisibile”

in collaborazione con La Casa della Poesia di Como

COS’È IL LABORATORIO CREATIVO?
Un’occasione di incontro con altri appassionati di scrittura, arte, musica e qualsiasi altra forma di creatività, per discutere il tema del mese, condividere le proprie creazioni e imparare dagli altri, ma soprattutto per mettere le mani in pasta e… scrivere! 

NOVITÀ DELL’ANNO – INCONTRI CON OSPITE E COLLABORAZIONE CON CIAO COMO RADIO
Durante l’anno inviteremo ai nostri laboratori figure esperte nel campo della scrittura, prosastica o poetica, dell’insegnamento e del giornalismo, della musica, della comunicazione, della traduzione e dell’arte. Consigli, punti di vista nuovi, esperienza e possibilità di mettersi alla prova: ecco perché non potete perdervi questi appuntamenti. Inoltre, a partire da questo autunno i contenuti dei nostri laboratori saranno protagonisti di un programma radiofonico: i vostri scritti, i vostri nomi, le vostre esperienze saranno il focus de “Le Api dell’Invisibile On Air”. Non perdete questa occasione!

CHI PUÓ PARTECIPARE?
Tutti, ma proprio tutti! Il laboratorio è gratuito e si tiene ogni secondo sabato del mese

19 ottobre 2019
MUSICA E SCRITTURA: QUANDO LE PAROLE CANTANO
con Laura Bianchi

Incontro con Laura Bianchi, docente di Lettere al Liceo Alessandro Volta e appassionata di musica, per analizzare cosa succede quando le parole si coniugano con le note e provare a capire come si realizza questa comunione. Avete mai pensato di scrivere canzoni? Oppure c’è una melodia che vi rimbalza nella testa ma proprio non sapete come metterla per iscritto? Niente paura, c’è solo da guardare a chi l’ha fatto prima di voi e provare a mettervi alla prova. Fatelo con noi e non perdetevi questo incontro!

16 novembre 2019
LA LIBERTÀ
con il team de La Casa della Poesia di Como

Europa in Versi è il nostro festival internazionale, ma è anche un premio letterario prestigioso a cui anche voi potete partecipare. Quest’anno il tema sarà… la libertà. Non perdetevi questo incontro dei nostri laboratori creativi: rifletteremo sul tema della libertà a partire dalle esclusive interviste che importanti poeti internazionali ci hanno rilasciato sull’argomento, capiremo come affrontarlo dal punto di vista della scrittura, spiegheremo le modalità di partecipazione al concorso e, guardando ai vincitori delle scorse edizioni, vi daremo qualche consiglio per giocarvi al meglio la vostra chance. Vi aspettiamo! 

14 dicembre 2019
SCEGLIERE TRA UN MARE DI PAROLE
con Alessandra Corbetta

La nostra epoca è quanto mai caratterizzata da una comunicazione assillante, piena di parole in cui è facile perdersi, prolifera di news, esagerata negli stimoli. La poesia invece è un’arte discreta, lontana dalle voci grosse, impegnata a scegliere le parole con un’accuratezza di cui oggi abbiamo estremo bisogno. Alessandra Corbetta, esperta di Comunicazione e poetessa, ci spiegherà come portare la minuzia poetica nel campo della comunicazione digitale e ci farà mettere le mani in pasta, per scegliere le parole giuste in un mare di parole superflue. Essere creativi e essere comunicativi al giorno d’oggi: chi ha mai detto che non siano facce della stessa medaglia?

11 gennaio 2020 (APPUNTAMENTO RIMANDATO A DATA DA DESTINARSI)
NUMERI E STELLE
con Laura Garavaglia poetessa, giornalista e presidentessa de La casa della poesia di Como

​Laura Garavaglia è, tra le altre cose, autrice di un libro coraggioso, dal titolo “Numeri e stelle” che indaga con acutezza il rapporto fra poesia e matematica. Sulla relazione che lega scienza e poesia  permangono infatti molti pregiudizi da superare nell’ambito della poesia italiana contemporanea, che sembra sempre più arroccarsi ed isolarsi in un suo mondo, dimenticando che non solo le lettere concorrono all’accrescimento delle doti intellettuali e morali dell’uomo. Tutte le discipline, infatti, e tra esse anche la matematica, sono indispensabili per una formazione completa dell’uomo (humanitas) e costituiscono uno strumento per avvicinarci il più possibile alla conoscenza del reale. Si dimentica infatti che per quanto i metodi siano diversi sono entrambe sorelle nella grande avventura della conoscenza. 

​8 febbraio 2020  
INVITO ALLA PRATICA DELL’HAIKU:
NON C’È PAROLA SENZA SILENZIO, NON C’È ESSENZA SENZA VUOTO
con Andrea Tavernati giornalista, poeta e vice presidente de La casa della poesia di Como

​”Nel gioco delle illusioni compare talvolta un viso, come nel retro di uno specchio o nel sogno di un cieco.”
Andrea Tavernati ci invita a esercitare la pratica dell’haiku per riscoprire l’essenza più intima della parola. Prosatori e poeti sono chiamati a fermarsi e a lasciarsi attraversare dalla purezza della parola in quanto tale. 

14 marzo 2020  
PERSONAGGI IN CERCA D’AUTORE
con Laura Casati regista, formatrice e progettista culturale free lance

​Laura Casati ci mostrerà come rendere vivi i personaggi che costruiamo con le nostre parole. Dalla pagina alla mente del lettore il viaggio è veloce, ma non sempre immediato, così un bravo scrittore deve imparare i trucchi del mestiere e scoprire come far sì che i propri personaggi diventino compagni reali per ogni suo lettore. 

12 aprile 2020 
TRADURRE E TRADIRE
con Annarita Tavani insegnante di lingua
 
Il linguaggio è l’articolazione di una certa visione del mondo, così parlare una certa lingua vuol dire anche vedere il mondo in una certa maniera. Con Annarita Tavani ci addentreremo nell’arduo campo della traduzione, dove spesso tradurre vuol dire tradire, eppure tradire non sempre ha una connotazione negativa… Annarita proporrà un workshop di traduzione, per aiutare scrittori in erba e lettori appassionati a cogliere le sottili differenze che segnano i grandi spazi di separazione tra una lingua e l’altra.

9 maggio 2020 
L’ARTE DEL GIALLO: TESSERE TRAME
con Simona Bennardo psicologa, psicoterapeuta, docente di psicologia e comunicazione, scrittrice

​Simona Bennardo, scrittrice comasca, si racconta e ci racconta l’arte di scrivere romanzi gialli. Un’arte certosina, che non può lasciare nulla al caso: qual è il segreto di una trama capace di togliervi il fiato e sorprendervi a suon di inchiostro? Un laboratorio creativo all’insegna della sperimentazione e della scoperta di uno dei generi letterari più amati dai lettori italiani.

“Il nostro compito è quello di compenetrarci così profondamente, così dolorosamente e appassionatamente con questa terra provvisoria e precaria, che la sua essenza rinasca invisibilmente in noi. Noi siamo le api dell’invisibile. Noi raccogliamo incessantemente il miele del visibile per accumularlo nel grande alveare d’oro dell’Invisibile”
Rainer Maria Rilke, dalla lettera al suo traduttore polacco Vitold von Hulevicz del 13 novembre 1925

adminLaboratorio Creativo
La casa della Poesia di Como
read more

Arte Migrante

Un ciclo di incontri per fare arte e poesia, condividendo la creatività

Una serata per incontrarsi, conoscere e conoscersi.
Condividere noi stessi attraverso l’arte: una storia, un gioco, una canzone, una danza… vieni a scoprirci!

CALENDARIO INCONTRI
due venerdì al mese dalle 20 alle 22.30
4 e 18 Ottobre | 8 e 22 Novembre | 6 e 20 Dicembre | 10 e 24 Gennaio | 7 e 21 Febbraio | 6 e 20 Marzo | 3 e 17 Aprile | 8 e 22 Maggio | 5 e 19 Giugno

“L’uomo si realizza soltanto quando si siede a terra a livello dell’altro e parla
con lui fino a diventargli amico”
Proverbio Malawi

adminArte Migrante
read more

2 febbraio – 31 marzo 2019 – Ettore Antonini e Alice nel paese delle meraviglie

1 MOSTRA E 4 LABORATORI
a cura dell’artista Ettore Antonini e Associazione Luminanda

Un’esperienza immersiva in cui il bambino sarà accompagnato all’interno
del Chiostrino Artificio e nel meraviglioso mondo di Alice e dei suoi protagonisti.

 

Il Chiostrino Artificio farà lievitare i suoi tre piani creativi allestendo ad arte un viaggio sensoriale in cui i bambini saranno accompagnati a diventare i protagonisti del racconto.
Il centro culturale vuole coniugare per la seconda volta, nell’antica location, l’identità didattica dedicata alla creatività e all’educazione con l’anima storico-artistica degli spazi del Chiostrino di Sant’Eufemia, tradizionalmente dedicati nella città di Como alle esposizioni. Un’esperienza per potenziare l’attrattività sia del pubblico adulto che di quello scolastico verso nuove proposte espressive. Durante questo “viaggio” i bambini incontreranno le opere in mostra dell’artista Ettore Antonini che, attraverso la sua ricerca pittorica, ha interpretato i caratteri dei personaggi e raccontato magistralmente le vicende dei protagonisti della storia di Carroll.

UNA MOSTRA IMMERSIVA
La storia sarà raccontata attraverso suoni, parole, immagini e allestimenti. Video e video mapping, suoni registrati e dialoghi, allestimenti suggestivi immergeranno il bambino in atmosfere diverse, in grado di emozionare e coinvolgere. Ogni spazio del suggestivo Chiostrino Artificio sarà un luogo della storia e il bambino si troverà negli spazi dove i personaggi sono passati e hanno lasciato un segno della loro presenza.
Il bambino in questo modalità di rappresentazione immersiva è il vero esploratore della storia, non più ascoltatore passivo ma partecipante attivo nello sviluppo del racconto.

IL METODO
Il metodo con cui sviluppiamo le attività rivolte ai bambini si ispirano alla pedagogia attiva e al metodo reggiano.
Loris Malaguzzi affermava:
“La parola si irrobustisce e si amplia con i guadagni che vengono dagli altri linguaggi che tutti si costruiscono nell’esperienza. Ma qui occorre prendere atto: che anche i linguaggi della non parola hanno in realtà, dentro di sé, molte parole, sensazioni e pensieri, molti desideri e mezzi per conoscere, comunicare ed esprimersi. Sono anch’essi modi di essere, di agire, generatori di immagini e di lessici complessi, di metafore e simboli; organizzatori di logiche pratiche e formali, di promozione di stili personali e creativi.”

Nel realizzare le nostre proposte seguiamo questi riferimenti:
• allestire il contesto per renderlo accogliente e favorevole alla libera espressione.
• creare un clima sereno per lo svolgimento dell’attività.
• stimolare la creatività, l’inventiva, la sperimentazione, e la manualità.
• proporre progetti interdisciplinari realizzando un’esperienza completa della realtà e non settoriale.
• incentivare la collaborazione di gruppo e l’aiuto reciproco come strumento per crescere e conoscere insieme
• sviluppare progetti di partecipazione in processi di conoscenza della realtà e di se stessi
• realizzazione di un prodotto artistico, individuale o collettivo, a memoria dell’esperienza vissuta

L’ARTISTA
Ettore Antonini lavora da anni sul tema di Alice nel Paese delle Meraviglie con acrilici di grande formato, xilografie ed Ex Libris. Per l’occasione saranno in mostra 30 opere, illustrazioni originali create per una nuova edizione di “Alice nel Paese delle Meraviglie” di Lewis Carroll, realizzate con le tecniche della xilografia e della pittura acrilica.

L’artista venegonese così dice della sua arte:
“L’Arte è uomo e l’uomo è comunicazione. La mia Alice lo sa bene e ammiccando spinge chi la osserva ad andare oltre il tangibile e lo scontato, utilizzando per questo allestimento, anche il linguaggio digitale. Non ha bisogno di celarsi dietro ad un alone di irraggiungibilità ma invece è in costante ricerca di un linguaggio nuovo e chiaro che permetta un dialogo con chi ne prende parte.”

LABORATORI CREATIVI PER LA SCUOLA DELL’INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA
I bambini della scuola dell’infanzia, della scuola primaria, e i ragazzi delle scuole medie vivranno un’esperienza multi-sensoriale e interdisciplinare che va a svilupparsi in laboratori tematici in cui potranno esprimersi, rielaborare, ricreare individualmente e collettivamente realizzando un prodotto artistico che resterà a ricordo di questa esperienza.

CROQUET MATCH Stop motion animation
Un laboratorio per dare vita ai protagonisti della storia di Alice nel Paese delle Meraviglie attraverso una tecnica di animazione utilizzata nel mondo cinematografico. Verranno create le carte della Regina di Cuori che giocheranno al famoso sport del Croquet. I bambini dovranno animare la partita e realizzare il video del Match. I nostri personaggi verranno animati partendo da uno scheletro in metallo che verrà ricoperto di plastilina. Ogni bambino avrà un compito preciso come set designer, modellista, illuminotecnico e fotografo.
Verranno mossi progressivamente, spostati e fotografati ad ogni cambio di posizione. La proiezione in sequenza delle immagini create daranno vita ad un filmato realizzato dalla collaborazione all’interno della troupe di classe. Il video realizzato diventerà materiale integrante della mostra e sarà inviato alle insegnanti. Questo laboratorio ha l’obiettivo di avvicinare i bambini al mondo della stop motion attivando coordinazione oculo- manuale, la precisione, la creatività del bambino e il lavoro in team.

ALICE BLACK&WHITE China e pennino
I bambini sperimenteranno l’utilizzo del pennino e della china per ricreare le atmosfere proposte in mostra da Ettore Antonini nei suoi Ex Libris realizzati con acquaforte e acquatinta. Nella prima parte del laboratorio i bambini osserveranno con attenzione i dettagli delle miniature contenute negli Ex Libris e prenderanno confidenza con i pennini e l’inchiostro di china attraverso degli esercizi sulle linee e sugli spessori. Nella seconda parte dell’esperienza, inchiostreranno su della carta per calligrafia, i personaggi del mondo delle Meraviglie. Questo laboratorio ha l’obiettivo di aumentare la concentrazione dei bambini, la precisione del gesto, la sintesi dell’immagine e la pulizia del disegno.

WONDERLAND BOX Gommapiuma
I bambini entreranno nel meraviglioso mondo di Alice costruendo una Wonderland Box. Una scatola magica che racchiuderà l’orologio del Bianconiglio, i dolcetti e la bottiglia di Alice, la chiave del giardino, il fungo del Brucaliffo, il cappello del Cappellaio Matto, la tazzina da the del Leprotto Bisestile e la carta dell’esercito della Regina di Cuori realizzati dai bambini con la gommapiuma e i colori. Un laboratorio creativo dove si sperimenterà il materiale della gommapiuma, la sua morbidezza, la sua capacità di prendere forme nuove e di essere colorata con i gessetti per creare elementi scenografici della storia. Questo laboratorio ha l’obiettivo di sviluppare la motricità fine ed esplorare gli accostamenti cromatici. I bambini saranno anche invitati a riconoscere i simboli che rappresentano una storia per raccontarla una volta tornati a scuola.

THE CASTLE OF THE QUEEN Legno, metallo e magneti
I bambini avranno la possibilità di incontrare i personaggi del mondo di “Alice nel paese delle Meraviglie” e di giocare con l’esercito della regina di cuori. Il laboratorio si aprirà con la distribuzione di un mazzo di carte ingigantite che daranno vita alla costruzione del Castello della Regina di Cuori. Il Castello nascerà dalla composizione architettonica delle carte realizzate con oggetti, frammenti di materiale di riciclo e materiali non convenzionali.
Questo laboratorio ha l’obiettivo di invitare i bambini a rispettare le regole di utilizzo del materiale e ad esplorare i concetti di equilibrio-disequilibrio, orizzontalità-verticalità, fluidità-fissità. Saranno invitati a sviluppare un fare collaborativo, a definire un proprio spazio creativo in relazione all’altro per ricreare la dimora della collerica e buffa Regina di Cuori.

PER INFORMAZIONI SUL PROGETTO DIDATTICO
Anna Buttarelli +39 3387872193
Chiara Abbate +39 3387258128

PER ISCRIZIONI
Connie Potenza +39 3454502969 | segreteria.luminanda@gmail.com

HANNO COLLABORATO AL PROGETTO ALICE

Istituto Superiore StartingWork i ragazzi della 5B e 5C hanno realizzato le immagini animate, con la regia di OLO Creative Farm
e sostenuti Giorgio Porro e Guido Biondi tutor e preside di Starting Work
Altrementi Remida Chiostro di Voltorre 
valorizzando i materiali di riuso utilizzati per il laboratori
CSV Insubria sostegno per la comunicazione sulla rete territoriale delle scuole
Museo del Cavallo giocattolo
Biblioteca di Como
BBTE
di Elisabetta Besana

admin2 febbraio – 31 marzo 2019 – Ettore Antonini e Alice nel paese delle meraviglie
read more