blog

GENERAZIONE X: MUTAZIONI DELLA SCENA TEATRALE ITALIANA

19642500_1609470295738998_4849913013481439779_nGENERAZIONE X:
MUTAZIONI DELLA SCENA TEATRALE ITALIANA

Meeting Nazionale

Centro Rimini Innovation Square | Corso D’Augusto, 62
ore 11:00 – 13:00 / ore 15:00 – 18:00

Incontro a cura del Progetto Dominio Pubblico e Le città visibili

Conducono l’incontro
Fabio Biondi / L’Arboreto/ Teatro Dimora di Mondaino;
Lorenzo Donati / Altre Velocità;
Gerardo Guccini / DAMS-Università di Bologna;
Sergio Lo Gatto / Teatro e Critica

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Il Quarto meeting annuale Dominio Pubblico 2017 quest’anno viene ospitato dal Festival ‘Le Città Visibili ’ di Rimini.

La giornata sarà suddivisa in due parti: una prima parte della mattinata dedicata ad un’analisi generale del contesto nazionale e una seconda parte più pratica dove raccogliere le diverse istanze per progettare e formalizzare la nascita del network.

Dal 2014 Dominio Pubblico è una delle 12 realtà riconosciute dal MIBACT ad occuparsi di promozione e formazione del pubblico.
È un network formato dalle associazioni A.S.A.P.Q./Teatro dell’Orologio e Argot Studio di Roma e altre tre realtà nazionali (Arti cio di Como, Le Città Visibili di Rimini, Jobel Teatro di Rieti) che da quattro anni si interroga sulle ‘best practices’ di audience development e engagement e sulle attività nazionali di Guida alla Visione e Spettatori Attivi, seguendo l’esempio del Kilowatt Festival di Sansepolcro diretto da Luca Ricci, anche ideatore e parte della direzione artistica del progetto Dominio Pubblico Under 25, rivolto alle giovani generazioni.

In Italia sono oggi molti gli esempi di progetti dedicati alla formazione del pubblico e che praticano esempi di direzione artistica condivisa. Possiamo individuare nella Konsulta di Modena, nelle Avanguardie di Bologna, nella Direction Under 30 di Gualtieri e negli Under 25 di Roma dei validi esempi di direzioni artistiche under 30 ormai consolidate e attive nei territori che hanno avuto, in questi anni, la capacità di individuare e fare emergere, attraverso la loro azione, molte compagnie e collettivi artistici appartenenti alla stessa soglia generazionale.

Complici di questo processo molte realtà che tentano da anni di rendere visibile l’invisibile, attraverso il sostegno alle formazioni indipendenti, alle pratiche di residenza o ai processi di azioni culturali partecipate. Sempre più frequente il consolidamento di queste esperienze all’interno di ‘azioni di rete’ capaci di forti care e tutelare questi processi rendendoli ancora più visibili e concreti, lasciando lentamente emergere un nuovo tessuto teatrale e sociale che sta di fatto trasformandosi, mutandosi, evolvendosi.

Per questo la direzione del progetto Dominio Pubblico ha deciso di dare spazio a queste voci, con l’intento di aprire un’ampia riflessione sul senso di queste pratiche e sulla loro lunga durata. Per questo abbiamo chiesto anche il coinvolgimento di osservatori privilegiati che stanno già seguendo questo fenomeno con attenzione, cercando di raccontarne le evoluzioni.

Ospiti del convegno tutte le realtà nazionali che si occupano di formazione del pubblico in una fascia under 30.

Partecipare #dippiù… è forse #Rivoluzione?
Parliamone.

Commenti:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


13
gennaio
17:00

Stazione Como artificio – mostra di Giovanni Rigano

  Nato l’8 dicembre 1977 a Cantù. Dopo gli studi scientifici si iscrive alla Scuola
20
gennaio
14:30
Chiostrino Artificio

Arte che danza

Per chi:Bambini dai 3 ai 6 anni. Quando: Un sabato al mese, dalle 14:30 alle 16:30 2018: 20 gennaio - 17 febbraio - 17
+
-

Rimani in contatto!

Iscriviti alla nostra newsletter, ti informeremo sui nostri eventi e iniziative

newsletter